Archivio mensile Febbraio 2020

DiMissione Chiesa-Mondo

I CRISTIANI E LE GRANDI SFIDE DELLA CONTEMPORANEITA’

SABATO 28 FEBBRAIO dalle ore 19.30 alle ore 21.00 presso il Centro di Spiritualità di Via V. Casagrandi, 53 si svolgerà il secondo incontro sul tema: DAL BISOGNO DI AUTOAFFERMAZIONE… ALLA “SCOPERTA” DELLA COSCIENZA.
Gli incontri sono rivolti a tutti coloro che desiderano prendere consapevolezza, lasciarsi interrogare e confrontarsi sulle “sfide” culturali, sociali e religiose che ogni giorno ci interpellano.

Vi aspettiamo!

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social
DiMissione Chiesa-Mondo

LECTIO PASTORALIS

LUNEDI’ 24 FEBBRAIO ore 19,00 presso il Centro Pastorale di Cibali (Catania) – Via V. Casagrandi, 51 – si è svolta la Lectio Pastoralis su: La comunione nella molteplicità di carismi e ministeri – Mentalità sinodale e discernimento pastorale nei consigli di partecipazione ecclesiale, condotta da P. Giuseppe Raciti, MC-M e parroco di S. Nicolò di Misterbianco.

Commentando il testo della Prima lettera ai Corinzi: …Vi sono poi diversità di carismi, ma uno solo è lo Spirito; vi sono diversità di ministeri, ma uno solo è il Signore; vi sono diversità di operazioni, ma uno solo è Dio, che opera tutto in tutti. E a ciascuno è data una manifestazione particolare dello Spirito per l’utilità comune… (1 Cor 12, 1-31) P. Giuseppe Raciti, durante la Lectio pastoralis, ha sviluppato alcune tematiche – come lui ha detto – da armonizzare: comunione, carismi e ministeri (unità nella distinzione a servizio della medesima unità), sinodalità e mentalità sinodale.
Soffermandosi sulla sinodalità – un tema molto sentito nella Chiesa di oggi – «La sinodalità esprime l’essere soggetto di tutta la Chiesa e di tutti nella Chiesa. I credenti sono σύνoδοι, compagni di cammino, chiamati a essere soggetti attivi in quanto partecipi dell’unico sacerdozio di Cristo e destinatari dei diversi carismi elargiti dallo Spirito Santo in vista del bene comune….» ha poi concluso la sua lectio con le parole di Mons. Franco G. Brambilla: «La chiesa di domani sopravvivrà solo se sarà la chiesa di tutti…».

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social